Openday con prova gratuita LUNEDI’ 28 OTTOBRE 2019 H. 20:30

Per info e prenotazioni:  teatroantigoneroma@gmail.com  /  389-52.99.672 (Teatro)

«Come nel cinema ha acquisito sempre più importanza la figura del Film Maker (colui che sa realizzare un film dall’inizio alla fine, dalla scrittura dell’idea al montaggio delle riprese) così nel teatro è sempre più importante conoscere gli strumenti e la tecnica delle varie anime della creatività artistica.
I seminari hanno l’obiettivo di fornire tecniche e metodi di Scrittura teatrale, applicandola alla messa in scena, in modo permettere a ogni partecipante di costruire una storia (un dialogo, un monologo, un breve testo) e di verificarne l’efficacia direttamente sul palco.
Saper creare un copione e verificarne immediatamente l’efficacia sul palcoscenico non solo è un valore aggiunto per la scrittura teatrale ma una condizione indispensabile per scrivere le giuste Parole di Scena.
Perché uno spettacolo teatrale non è un libro.
A teatro le parole devono scorrere in maniera diversa da quelle pensate e scritte per essere lette e immaginate.
A teatro si ascolta e si vede.
E allora le parole vanno cercate direttamente lì, sulla Scena.
I seminari Parole di Scena sono pensati per portare i partecipanti a ricercare costantemente una verità e una naturalezza espressiva in quello che si scrive e in come lo si porta sul palcoscenico.
I seminari si rivolgono ad aspiranti autori teatrali o a semplici appassionati di teatro e di scrittura che amano raccontare e mettere in scena storie.
I seminari Parole di Scena sono pensati e sviluppati per dare un’immediata capacità pratica a ogni partecipante. Vuoi scrivere il tuo copione?
Le Parole di Scena sono intorno a te sempre, in ogni momento della tua giornata.
Basta saperle riconoscere ed essere abile a metterle insieme con il giusto suono, l’esatta successione e il preciso andamento.
METODOLOGIA
I seminari prevedono una suddivisione tra parte teorica e parte pratica.
I partecipanti saranno invitati a lavorare singolarmente e in gruppo.
Ecco alcune delle fasi di lavoro e delle tecniche affrontate:
– esercizi/gioco sulla fiducia, sul giudizio, sullo sviluppo della fantasia, sul senso dello spazio scenico
– ricerca di idee sceniche, background del personaggio, sviluppi della trama con l’impiego dell’improvvisazione teatrale guidata o libera
– costruzione di un personaggio-  elaborazione di monologhi, dialoghi.
–  l’architettura di una storia (passi, regole, sviluppi)
– unione tra parola scritta e messa in scena
Durante gli incontri saranno assegnate esercitazioni scritte da svolgere singolarmente o in gruppo in classe nelle ore di lezione.
Al termine di ogni lezione saranno dati degli esercizi di scrittura, ricerca e costruzione dei personaggi e della trama della storia che ogni partecipante avrà deciso di produrre.
Gli esercizi saranno spediti via mail al docente che li correggerà rispedendoli poi all’autore in modo da innescare un confronto pratico sulle nozioni apprese, sui metodi seguiti, su tutte le variabili e le ricerche che la scrittura di un copione teatrale porta in sé.
Questo al fine di arrivare al successivo incontro con una buona padronanza dei passaggi tecnici e narrativi fino a lì affrontati e di presentare costantemente alla classe il lavoro di ogni partecipante per poterlo analizzare collettivamente come in un vero gruppo di lavoro.
ARGOMENTI DI PRATICA E STUDIO
1. LO SPAZIO SCENICO E LA SCRITTURA
Scrittura scenica teatrale. Prerogative, regole, differenze. Alla ricerca del punto di partenza
2. IL PERSONAGGIO. CUORE DEL MECCANISMO TEATRALE
Biografia del personaggio. Conflitto interno. Ricerca scenica. Improvvisazioni
3. L’IDEA E LA SUA ARCHITETTURA. TROVARLA E SAPERLA COSTRUIRE
La premessa. Il tema. Gli snodi. Le svolte. Il finale
4. IL CONFLITTO. ANIMA DELLA NARRAZIONE
Ricerca. Costruzione. Messa in scena. Improvvisazioni. Rottura dell’equilibrio
5.  IL DIALOGO. LA VOCE DELL’AUTORE E QUELLA DEL PERSONAGGIO
Il non detto. Il verosimile. La frase giusta. Il silenzio. La resa scenica
6.  L’EQUILIBRIO NARRATIVO. PESI E CONTRAPPESI IN UNA STORIA
Tesi. Antitesi. Sintesi. La tensione narrativa nel comico e nel drammatico
7.  L’ATMOSFERA E LO STILE. UN MONDO NARRATIVO RICONOSCIBILE
Interpretazione – intenzioni – messaggio. Nella scrittura e sulla scena
8.  NERO. REGOLE PER UN DRAMMA
Un mondo di chiaroscuri. Conflitto e macchia tragica. Pause e parole in equilibrio
9. BIANCO. REGOLE PER UNA COMMEDIA
Gli equivoci. L’assurdo. Il tormentone. Pause e conflitti
tenuto da Marcello Cantoni
sceneggiatore cinematografico – autore e regista teatrale – autore radiofonico – autore web
Collaborazioni e produzioni
RAI CINEMA – GOLDENHOUR FILM – AMARO PRODUZIONI
SIAE – FONDAZIONE NIEVO – SALONE DEL LIBRO TORINO
CINEDETOUR ROMA – TEATRO DELLE MUSE ROMA – KAIROS TEATRO ROMA
ERA SUPERBA WEB TV GENOVA
LIFEGATE RADIO MILANO
COMPAGNIA PROGETTO MINIERA – TEATRO PICCOLO PIETRALATA ROMA